Classificazione

Classi di pericolosità dei prodotti fitosanitari

In applicazione del decreto legislativo 14 marzo 2003, n. 65 “Attuazione delle direttive 1999/45/CE e 2001/60/CE, relative alla riclassificazione, all'imballaggio e all'etichettatura dei preparati pericolosi” e successive modifiche, sono stati emanati dal Ministero della Salute i decreti dirigenziali del 15 giugno, 23 giugno e 30 giugno 2005 riguardanti la riclassificazione dei prodotti fitosanitari.

La normativa entrata in vigore nel 2005 (D.Lgs. 14 marzo 2003, n. 65) comporta pertanto la valutazione dei pericoli potenziali dei prodotti fitosanitari e la classificazione, ove necessario, per gli effetti tossicologici, ecotossicologici e fisico-chimici, come evidenziato nei prospetti sottoriportati.

Classificazione per gli effetti tossicologici
non classificato m.c.p.
non classificato m.c.p.
non classificato
non classificato
irritante (Xi)
irritante (Xi)
nocivo (Xn)
nocivo (Xn)
tossico (T)
tossico (T)
molto tossico (T+)
molto tossico (T+)

Le restrizioni già richieste con il DPR 3/8/68, n.1255 per i prodotti fitosanitari di prima e seconda classe tossicologica (patentino per l'acquisto, registro di carico e scarico per la vendita, nonchè detenzione in locale separato e sotto chiave, ecc.), competono ora unicamente ai prodotti fitosanitari Molto tossici, Tossici e Nocivi, corrispondendo i primi due all'abolita prima classe tossicologica ed i Nocivi all'abolita seconda classe tossicologica.

Classificazione per gli effetti ecotossicologici
Pericoloso per l'ambiente
Pericoloso per l'ambiente
Classificazione per gli effetti fisico-chimici
Esplosivo
Esplosivo
Comburente
Comburente
Corrosivo
Corrosivo
Facilmente infiammabile
Facilmente infiammabile
Estremamente infiammabile
Estremamente infiammabile

Le etichette dei prodotti fitosanitari oltre i simboli e le indicazioni di pericolo mostrate sopra, recano racchiuse in un rettangolo le frasi di rischio ed i consigli di prudenza espressi secondo diciture comuni in tutta la Comunità europea.

L'attenta considerazione nelle etichette di tali avvertenze e di quelle riportate in colore contrastante, permette di conoscere ed evitare i rischi che la manipolazione dei prodotti fitosanitari potrebbe comportare.