Fungicidi

FOSIM   

Fungicida sistemico. FOSIM (Reg. n. 15055 del 30/11/2011)

Composizione

  • Fosetil alluminio 80.0%

Caratteristiche

Formulazione GRANULI IDRODISPERSIBILI
Classificazione CLP:
  • NESSUN PITTOGRAMMA
Numero di registrazione 15055 (30/11/2011)

Altri dati

Registrazioni

Arancio - Arancio amaro - Bergamotto - Cedro - Chinotto - Clementino - Cotogno - Limetta - Limone - Mandarino - Mapo o tangelo - Melo - Pero - Pomelo - Pompelmo - Tangerino - Vite per uva da vino -
Coltura Intervallo di sicurezza Malattia/Dose/Note
Arancio
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: produzione)
15 gg
  • Allupatura (Dose su ettolitro:250-300 g/hl)
    Effettuare irrorazioni fogliari (massimo 3 trattamenti per anno) alla dose indicata. Il primo trattamento deve essere effettuato in primavera all'inizio della fioritura, il secondo a luglio ed il terzo a ottobre/novembre. Nel caso di piante debilitate dalla malattia, il cui apparato fogliare non è più in grado di assorbire bene il prodotto, è opportuno integrare le applicazioni fogliari con pennellature della stessa sospensione (250-300 g/hl) sulle zone infette del tronco e delle branche.
  • Marciume o gommosi del colletto (Dose su ettolitro:250-300 g/hl)
    Effettuare irrorazioni fogliari (massimo 3 trattamenti per anno) alla dose indicata. Il primo trattamento deve essere effettuato in primavera all'inizio della fioritura, il secondo a luglio ed il terzo a ottobre/novembre. Nel caso di piante debilitate dalla malattia, il cui apparato fogliare non è più in grado di assorbire bene il prodotto, è opportuno integrare le applicazioni fogliari con pennellature della stessa sospensione (250-300 g/hl) sulle zone infette del tronco e delle branche.
Arancio amaro
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: produzione)
15 gg
  • Allupatura (Dose su ettolitro:250-300 g/hl)
    Effettuare irrorazioni fogliari (massimo 3 trattamenti per anno) alla dose indicata. Il primo trattamento deve essere effettuato in primavera all'inizio della fioritura, il secondo a luglio ed il terzo a ottobre/novembre. Nel caso di piante debilitate dalla malattia, il cui apparato fogliare non è più in grado di assorbire bene il prodotto, è opportuno integrare le applicazioni fogliari con pennellature della stessa sospensione (250-300 g/hl) sulle zone infette del tronco e delle branche.
  • Marciume o gommosi del colletto (Dose su ettolitro:250-300 g/hl)
    Effettuare irrorazioni fogliari (massimo 3 trattamenti per anno) alla dose indicata. Il primo trattamento deve essere effettuato in primavera all'inizio della fioritura, il secondo a luglio ed il terzo a ottobre/novembre. Nel caso di piante debilitate dalla malattia, il cui apparato fogliare non è più in grado di assorbire bene il prodotto, è opportuno integrare le applicazioni fogliari con pennellature della stessa sospensione (250-300 g/hl) sulle zone infette del tronco e delle branche.
Bergamotto
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: produzione)
15 gg
  • Allupatura (Dose su ettolitro:250-300 g/hl)
    Effettuare irrorazioni fogliari (massimo 3 trattamenti per anno) alla dose indicata. Il primo trattamento deve essere effettuato in primavera all'inizio della fioritura, il secondo a luglio ed il terzo a ottobre/novembre. Nel caso di piante debilitate dalla malattia, il cui apparato fogliare non è più in grado di assorbire bene il prodotto, è opportuno integrare le applicazioni fogliari con pennellature della stessa sospensione (250-300 g/hl) sulle zone infette del tronco e delle branche.
  • Marciume o gommosi del colletto (Dose su ettolitro:250-300 g/hl)
    Effettuare irrorazioni fogliari (massimo 3 trattamenti per anno) alla dose indicata. Il primo trattamento deve essere effettuato in primavera all'inizio della fioritura, il secondo a luglio ed il terzo a ottobre/novembre. Nel caso di piante debilitate dalla malattia, il cui apparato fogliare non è più in grado di assorbire bene il prodotto, è opportuno integrare le applicazioni fogliari con pennellature della stessa sospensione (250-300 g/hl) sulle zone infette del tronco e delle branche.
Cedro
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: produzione)
15 gg
  • Allupatura (Dose su ettolitro:250-300 g/hl)
    Effettuare irrorazioni fogliari (massimo 3 trattamenti per anno) alla dose indicata. Il primo trattamento deve essere effettuato in primavera all'inizio della fioritura, il secondo a luglio ed il terzo a ottobre/novembre. Nel caso di piante debilitate dalla malattia, il cui apparato fogliare non è più in grado di assorbire bene il prodotto, è opportuno integrare le applicazioni fogliari con pennellature della stessa sospensione (250-300 g/hl) sulle zone infette del tronco e delle branche.
  • Marciume o gommosi del colletto (Dose su ettolitro:250-300 g/hl)
    Effettuare irrorazioni fogliari (massimo 3 trattamenti per anno) alla dose indicata. Il primo trattamento deve essere effettuato in primavera all'inizio della fioritura, il secondo a luglio ed il terzo a ottobre/novembre. Nel caso di piante debilitate dalla malattia, il cui apparato fogliare non è più in grado di assorbire bene il prodotto, è opportuno integrare le applicazioni fogliari con pennellature della stessa sospensione (250-300 g/hl) sulle zone infette del tronco e delle branche.
Chinotto
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: produzione)
15 gg
  • Allupatura (Dose su ettolitro:250-300 g/hl)
    Effettuare irrorazioni fogliari (massimo 3 trattamenti per anno) alla dose indicata. Il primo trattamento deve essere effettuato in primavera all'inizio della fioritura, il secondo a luglio ed il terzo a ottobre/novembre. Nel caso di piante debilitate dalla malattia, il cui apparato fogliare non è più in grado di assorbire bene il prodotto, è opportuno integrare le applicazioni fogliari con pennellature della stessa sospensione (250-300 g/hl) sulle zone infette del tronco e delle branche.
  • Marciume o gommosi del colletto (Dose su ettolitro:250-300 g/hl)
    Effettuare irrorazioni fogliari (massimo 3 trattamenti per anno) alla dose indicata. Il primo trattamento deve essere effettuato in primavera all'inizio della fioritura, il secondo a luglio ed il terzo a ottobre/novembre. Nel caso di piante debilitate dalla malattia, il cui apparato fogliare non è più in grado di assorbire bene il prodotto, è opportuno integrare le applicazioni fogliari con pennellature della stessa sospensione (250-300 g/hl) sulle zone infette del tronco e delle branche.
Clementino
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: produzione)
15 gg
  • Allupatura (Dose su ettolitro:250-300 g/hl)
    Effettuare irrorazioni fogliari (massimo 3 trattamenti per anno) alla dose indicata. Il primo trattamento deve essere effettuato in primavera all'inizio della fioritura, il secondo a luglio ed il terzo a ottobre/novembre. Nel caso di piante debilitate dalla malattia, il cui apparato fogliare non è più in grado di assorbire bene il prodotto, è opportuno integrare le applicazioni fogliari con pennellature della stessa sospensione (250-300 g/hl) sulle zone infette del tronco e delle branche.
  • Marciume o gommosi del colletto (Dose su ettolitro:250-300 g/hl)
    Effettuare irrorazioni fogliari (massimo 3 trattamenti per anno) alla dose indicata. Il primo trattamento deve essere effettuato in primavera all'inizio della fioritura, il secondo a luglio ed il terzo a ottobre/novembre. Nel caso di piante debilitate dalla malattia, il cui apparato fogliare non è più in grado di assorbire bene il prodotto, è opportuno integrare le applicazioni fogliari con pennellature della stessa sospensione (250-300 g/hl) sulle zone infette del tronco e delle branche.
Cotogno
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: produzione)
15 gg
  • Marciume del colletto (Phytophthora cactorum) (Dose su ettolitro:250-300 g/hl)
    Effettuare al massimo 3 trattamenti/anno alla dose indicata. Eseguire il primo trattamento ad aprile, il secondo a luglio ed il terzo a settembre/ottobre.
Limetta
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: produzione)
15 gg
  • Allupatura (Dose su ettolitro:250-300 g/hl)
    Effettuare irrorazioni fogliari (massimo 3 trattamenti per anno) alla dose indicata. Il primo trattamento deve essere effettuato in primavera all'inizio della fioritura, il secondo a luglio ed il terzo a ottobre/novembre. Nel caso di piante debilitate dalla malattia, il cui apparato fogliare non è più in grado di assorbire bene il prodotto, è opportuno integrare le applicazioni fogliari con pennellature della stessa sospensione (250-300 g/hl) sulle zone infette del tronco e delle branche.
  • Marciume o gommosi del colletto (Dose su ettolitro:250-300 g/hl)
    Effettuare irrorazioni fogliari (massimo 3 trattamenti per anno) alla dose indicata. Il primo trattamento deve essere effettuato in primavera all'inizio della fioritura, il secondo a luglio ed il terzo a ottobre/novembre. Nel caso di piante debilitate dalla malattia, il cui apparato fogliare non è più in grado di assorbire bene il prodotto, è opportuno integrare le applicazioni fogliari con pennellature della stessa sospensione (250-300 g/hl) sulle zone infette del tronco e delle branche.
Limone
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: produzione)
15 gg
  • Allupatura (Dose su ettolitro:250-300 g/hl)
    Effettuare irrorazioni fogliari (massimo 3 trattamenti per anno) alla dose indicata. Il primo trattamento deve essere effettuato in primavera all'inizio della fioritura, il secondo a luglio ed il terzo a ottobre/novembre. Nel caso di piante debilitate dalla malattia, il cui apparato fogliare non è più in grado di assorbire bene il prodotto, è opportuno integrare le applicazioni fogliari con pennellature della stessa sospensione (250-300 g/hl) sulle zone infette del tronco e delle branche.
  • Marciume o gommosi del colletto (Dose su ettolitro:250-300 g/hl)
    Effettuare irrorazioni fogliari (massimo 3 trattamenti per anno) alla dose indicata. Il primo trattamento deve essere effettuato in primavera all'inizio della fioritura, il secondo a luglio ed il terzo a ottobre/novembre. Nel caso di piante debilitate dalla malattia, il cui apparato fogliare non è più in grado di assorbire bene il prodotto, è opportuno integrare le applicazioni fogliari con pennellature della stessa sospensione (250-300 g/hl) sulle zone infette del tronco e delle branche.
Mandarino
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: produzione)
15 gg
  • Allupatura (Dose su ettolitro:250-300 g/hl)
    Effettuare irrorazioni fogliari (massimo 3 trattamenti per anno) alla dose indicata. Il primo trattamento deve essere effettuato in primavera all'inizio della fioritura, il secondo a luglio ed il terzo a ottobre/novembre. Nel caso di piante debilitate dalla malattia, il cui apparato fogliare non è più in grado di assorbire bene il prodotto, è opportuno integrare le applicazioni fogliari con pennellature della stessa sospensione (250-300 g/hl) sulle zone infette del tronco e delle branche.
  • Marciume o gommosi del colletto (Dose su ettolitro:250-300 g/hl)
    Effettuare irrorazioni fogliari (massimo 3 trattamenti per anno) alla dose indicata. Il primo trattamento deve essere effettuato in primavera all'inizio della fioritura, il secondo a luglio ed il terzo a ottobre/novembre. Nel caso di piante debilitate dalla malattia, il cui apparato fogliare non è più in grado di assorbire bene il prodotto, è opportuno integrare le applicazioni fogliari con pennellature della stessa sospensione (250-300 g/hl) sulle zone infette del tronco e delle branche.
Mapo o tangelo
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: produzione)
15 gg
  • Allupatura (Dose su ettolitro:250-300 g/hl)
    Effettuare irrorazioni fogliari (massimo 3 trattamenti per anno) alla dose indicata. Il primo trattamento deve essere effettuato in primavera all'inizio della fioritura, il secondo a luglio ed il terzo a ottobre/novembre. Nel caso di piante debilitate dalla malattia, il cui apparato fogliare non è più in grado di assorbire bene il prodotto, è opportuno integrare le applicazioni fogliari con pennellature della stessa sospensione (250-300 g/hl) sulle zone infette del tronco e delle branche.
  • Marciume o gommosi del colletto (Dose su ettolitro:250-300 g/hl)
    Effettuare irrorazioni fogliari (massimo 3 trattamenti per anno) alla dose indicata. Il primo trattamento deve essere effettuato in primavera all'inizio della fioritura, il secondo a luglio ed il terzo a ottobre/novembre. Nel caso di piante debilitate dalla malattia, il cui apparato fogliare non è più in grado di assorbire bene il prodotto, è opportuno integrare le applicazioni fogliari con pennellature della stessa sospensione (250-300 g/hl) sulle zone infette del tronco e delle branche.
Melo
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: produzione)
15 gg
  • Marciume del colletto (Phytophthora cactorum) (Dose su ettolitro:250-300 g/hl)
    Effettuare al massimo 3 trattamenti/anno alla dose indicata. Eseguire il primo trattamento ad aprile, il secondo a luglio ed il terzo a settembre/ottobre.
Pero
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: produzione)
15 gg
  • Marciume del colletto (Phytophthora cactorum) (Dose su ettolitro:250-300 g/hl)
    Effettuare al massimo 3 trattamenti/anno alla dose indicata. Eseguire il primo trattamento ad aprile, il secondo a luglio ed il terzo a settembre/ottobre.
Pomelo
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: produzione)
15 gg
  • Allupatura (Dose su ettolitro:250-300 g/hl)
    Effettuare irrorazioni fogliari (massimo 3 trattamenti per anno) alla dose indicata. Il primo trattamento deve essere effettuato in primavera all'inizio della fioritura, il secondo a luglio ed il terzo a ottobre/novembre. Nel caso di piante debilitate dalla malattia, il cui apparato fogliare non è più in grado di assorbire bene il prodotto, è opportuno integrare le applicazioni fogliari con pennellature della stessa sospensione (250-300 g/hl) sulle zone infette del tronco e delle branche.
  • Marciume o gommosi del colletto (Dose su ettolitro:250-300 g/hl)
    Effettuare irrorazioni fogliari (massimo 3 trattamenti per anno) alla dose indicata. Il primo trattamento deve essere effettuato in primavera all'inizio della fioritura, il secondo a luglio ed il terzo a ottobre/novembre. Nel caso di piante debilitate dalla malattia, il cui apparato fogliare non è più in grado di assorbire bene il prodotto, è opportuno integrare le applicazioni fogliari con pennellature della stessa sospensione (250-300 g/hl) sulle zone infette del tronco e delle branche.
Pompelmo
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: produzione)
15 gg
  • Allupatura (Dose su ettolitro:250-300 g/hl)
    Effettuare irrorazioni fogliari (massimo 3 trattamenti per anno) alla dose indicata. Il primo trattamento deve essere effettuato in primavera all'inizio della fioritura, il secondo a luglio ed il terzo a ottobre/novembre. Nel caso di piante debilitate dalla malattia, il cui apparato fogliare non è più in grado di assorbire bene il prodotto, è opportuno integrare le applicazioni fogliari con pennellature della stessa sospensione (250-300 g/hl) sulle zone infette del tronco e delle branche.
  • Marciume o gommosi del colletto (Dose su ettolitro:250-300 g/hl)
    Effettuare irrorazioni fogliari (massimo 3 trattamenti per anno) alla dose indicata. Il primo trattamento deve essere effettuato in primavera all'inizio della fioritura, il secondo a luglio ed il terzo a ottobre/novembre. Nel caso di piante debilitate dalla malattia, il cui apparato fogliare non è più in grado di assorbire bene il prodotto, è opportuno integrare le applicazioni fogliari con pennellature della stessa sospensione (250-300 g/hl) sulle zone infette del tronco e delle branche.
Tangerino
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: produzione)
15 gg
  • Allupatura (Dose su ettolitro:250-300 g/hl)
    Effettuare irrorazioni fogliari (massimo 3 trattamenti per anno) alla dose indicata. Il primo trattamento deve essere effettuato in primavera all'inizio della fioritura, il secondo a luglio ed il terzo a ottobre/novembre. Nel caso di piante debilitate dalla malattia, il cui apparato fogliare non è più in grado di assorbire bene il prodotto, è opportuno integrare le applicazioni fogliari con pennellature della stessa sospensione (250-300 g/hl) sulle zone infette del tronco e delle branche.
  • Marciume o gommosi del colletto (Dose su ettolitro:250-300 g/hl)
    Effettuare irrorazioni fogliari (massimo 3 trattamenti per anno) alla dose indicata. Il primo trattamento deve essere effettuato in primavera all'inizio della fioritura, il secondo a luglio ed il terzo a ottobre/novembre. Nel caso di piante debilitate dalla malattia, il cui apparato fogliare non è più in grado di assorbire bene il prodotto, è opportuno integrare le applicazioni fogliari con pennellature della stessa sospensione (250-300 g/hl) sulle zone infette del tronco e delle branche.
Vite per uva da vino
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: produzione)
28 gg
  • Peronospora della Vite (Dose su ettolitro:250-300 g/hl)
    Effettuare al massimo 4 trattamenti per anno alla dose indicata. Iniziare gli inetrventi in pre-fioritura e proseguirli ad intervalli di 10-14 giorni in funzione delle condizioni climatiche e della pressione del patogeno.

Infestanti

  • Peronospora della Vite Dose: Dose su ettolitro:250-300 g/hl

Tutte le informazioni riportate sul sito hanno valore puramente indicativo. Nell'applicazione dei prodotti, seguire attentamente le istruzioni e le avvertenze riportate in etichetta. Si declina ogni responsabilità per eventuali conseguenze derivanti da un uso improprio dei formulati.